Protesi di alluce

Protesi di alluci

Protesi di alluci

Le protesi in silicone sono una soluzione ormai diffusa anche per chi non ha più le unghie degli alluci, per la brachimetatarsia di uno o entrambe le dita dei piedi, o per amputazioni in seguito a vasculopatie e diabete.

Per informazioni ericabuzzi@gmail.com

Il procedimento per la ricostruzione in silicone ad alta definizione, può oggi prevedere diverse soluzioni tradizionali o moderne, tra cui anche la più innovativa ad alta tecnologia, attraverso l’utilizzo di scanner 3D dell’arto o della replica in gesso dell’arto. In fase di modellazione 3D con adeguati software vengono poi apportate le modifiche e le ricostruzioni necessarie all’ arto al fine di realizzare una protesi apprezzabile nella forma e nella vestibilità. La resa estetica viene conferita dalla colorazione personalizzata e dalla qualità degli stampi 3D altamente definiti e costruiti sulla morfologia originale del soggetto.

Rispetto al passato oggi i tecnici ortopedici, nonostante non abbiano competenze specifiche di modellazione artistica e stampi possono avvalersi di nuove figure professionali e tecnologie integrate del settore digitale in grado di offrire a più persone questo tipo di protesi, largamente richieste ma realizzate ancora da troppi pochi professionisti in Italia.

 

 

 

HOMEWASP copia

SIAMO SU WASPROJECT.IT

Protesi in silicone: basso costo e qualità con DeltaWASP 20 40

Il mondo della stampa 3D è ormai noto sta proponendo soluzioni prima irraggiungibili per chi aveva bisogno di una protesi. Con pochi dollari oggi si realizza una protesi di mano in Pla o Abs. Ma una novità arriva dal settore specifico delle protesi in silicone e di quei rivestimenti che riproducono i nostri arti in modo realistico.

Erica ci lavora da due anni appena ma grazie al…..

foto 3dprint

3Dprint.com sito americano parla della nostra innovazione

Il sito targato Usa 3Dprint.com il 19 ottobre 2015 parla della nostra innovazione tecnologica. La sperimentazione che consente di creare protesi di arti e cover usando stampanti 3D, mantenendo così una massima precisione nelle forme e nei dettagli …e costi sostenibili.

We’ve seen the creation of beautiful, artistic prosthetics using 3D printing as well as the production of high-tech, high-function prosthetic devices. Some people would simply like something that looks less like it came out of the special effects department of a big budget Hollywood studio. The irony, of course, is that to make something that looks natural may be the most challenging special effect of all.

Italian sculptor and prosthetics maker Erica Buzzi has been working…

replicatore

La mia esperienza su REPLICATORE.IT

ESPERIENZE IN 3D: Erica Buzzi racconta com’è nato Protesiinsilicone.it

Continua ESPERIENZE IN 3D, la serie di collaborazioni de IL REPLICATORE con i professionisti del mondo della stampa 3D che si raccontano e illustrano le proprie attività.

In questa puntata presentiamo Erica Buzzi, fondatrice di Protesinsilicone.it, che ha sviluppato un’innovativo (e pratico) metodo per creare protesi e coperture per protesi assolutamente “life-like”.

3D printing silicone cosmesis

3D Print a mold

This is a silicone cover high definition prosthetic leg made with 3D technology. From scanning with 3D scanners to the realization of the mold with 3D printer (this is a FFD Wasp printer) and application and hand finishing silicone. The new method has many advantages compared to the past. It will shorten the time for both the patient at the time of the fingerprints, both for the technician in the different stages of processing. Through the management software of the 3D scans of the foot it can be realized in the form of the missing limb starting from the other, so as to maintain the accuracy of shapes and details. With the 3D modeling then, in the 3D preprint stage, they build the various molds necessary for the realization of the prosthesis and / or the silicone cover to achieve. Is eliminated, therefore, the reconstruction phase in wax free hand and that of casting resins and / or plaster for molding the molds. Considerable savings in time, material processing, laboratory equipment and labor to high specialization in certain phases of work.

3D Printing Silicone Cosmesis

3D Printing Cover in Silicone per Protesi di Gamba

Questa è una cover in silicone ad alta definizione per protesi di gamba realizzata con tecnologia 3D. Dalla scansione con scanner 3D alla realizzazione dello stampo con stampante 3D ( questa è a filo della Wasp ) e applicazione e finitura a mano del silicone . Il nuovo procedimento ha notevoli vantaggi rispetto al passato. Si accorciano i tempi sia per il paziente al momento delle impronte, sia per il tecnico nelle diverse fasi di lavorazione. Attraverso dei software di gestione delle scansioni 3D del piede si può realizzare la forma dell’arto mancante partendo dall’altro, in modo da mantenere la precisione di forme e dettagli. Con la modellazione 3D poi,in fase di prestampa, si costruiscono i vari stampi necessari alla realizzazione della protesi e/o della cover in silicone da realizzare. Viene eliminata dunque la fase di ricostruzione in cera a mano libera e quella di colatura di resine e/o gesso per la formatura degli stampi.  Notevoli risparmi di tempo, materiale di lavorazione, attrezzature di laboratorio e manodopera ad alta specializzazione in alcune fasi di lavoro.

 


			
Prova di stampo piede in 3D Printing

Stampo Protesi Wasp

Grazie alla collaborazione con la Wasp project di massa Lombarda, continua la sperimentazione sull’utilizzo della stampa digitale 3D ” a filo”,per la realizzazione di protesi e cover in silicone ad alta definizione. Questo è uno stampo realizzato in PLA con la stampante Delta Wasp ad una definizione molto alta di o,1 mm. Al momento questo tipo di stampa tra le più economiche sta dando buone risposte volendo contenere i costi senza rinunciare alla qualità e alla precisione del prodotto finale.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi futuri delle applicazione delle tecnologie 3D nel settore protesico.

Non esitate a contattarci se avete domande da farci.

Erica Buzzi, ericabuzzi@gmail.com